ParoReal Kit Acanthamoeba T4


  • Test Real-Time PCR marcato CE IVD per il rilevamento di Acanthamoeba e per controllo interno positivo del DNA (sia amplificazione che estrazione del DNA del parassita).
  • Target per il controllo positivo del DNA interno
  • Miscela di reazione del DNA
  • Acqua priva di nucleasi
  • Controllo positivo per Acanthamoeba

Il ParoReal Acanthamoeba T4 è un test marcato CE IVD, basato su PCR in tempo reale, per la rilevazione quantitativa del DNA (gene 18S rRNA) di Acanthamoeba, specie di genotipo T4 (A. castellani, A. lugdunensis, A. mauritaniensis, A. polyphaga, A. rhysodes, A. royreba). I campioni appropriati sono estratti di DNA da campioni clinici umani associati a cheratite oculare (tamponi oculari, biopsie corneali, raschiato corneale) nonché lenti a contatto e soluzione per lenti a contatto.

L’Acanthamoeba è un protozoo a vita libera negli habitat naturali, ma è anche un agente eziologico nell’uomo e negli animali.
L’infestazione da Acanthamoeba è associata alla cheratite da lenti a contatto, che oltre a rappresentare un pericolo per la vista, può portare a gravi infezioni di altri organi e alla encefalite amebica granulomatosa, solitamente letale.
Si contano più di 20 specie note di Acanthamoeba che vengono classificate in tre gruppi morfologici:(Gruppo I, II e III) e 22 genotipi (T1-T22).
Alcune specie: (A. castellanii (T4), A. lugdunensis (T4), A. polyphaga (T4), A. rhysodes (T4), A. quina (T4), A. palestinensis (T2), A. griffinii (T3), A. lenticulata (T5), A. astronyxis (T7), A. culbertsoni (T10), A. hatchetti (T11), A. healyii (T12), A. byersi (T18), A. divionensis) sono stati recentemente associati a malattia. Il genotipo T4 è stato considerato il genotipo più importante sia nelle infezioni oculari che in quelle del sistema nervoso centrale.
Secondo la letteratura, Il genotipo T4 è il genotipo di Acanthamoeba più diffuso che causa cheratite in tutto il mondo (circa l’86%) (Diehl et al., 2021).

Test Real Time PCR Acanthamoeba T4 CE-IVD unico sul mercato lenti a contatto

Il kit a confronto con le altre metodiche

Clicca sui titoli per approfondire

sensibilità metodo colturale tra il 33 e il 67% ed i risultati finali delle colture possono richiedere anche più di una settimana, in una patologia in cui ogni ritardo nel trattamento può comportare esiti peggiori.* ParoReal® Kit Acanthamoeba T4 aumenta la sensibilità fino all’88% e riduce i tempi della diagnosi.

*Omar Shareef, Sana Shareef, and Hajirah N. Saeed (2023), New Frontiers in Acanthamoeba Keratitis Diagnosis and Management. Biology, 10.3390/biology12121489

l’efficacia dell’IVCM può variare notevolmente a seconda dell’operatore. Inoltre, la regione e l’area corneale che l’IVCM riesce a catturare è limitata e ciò può comportare l’acquisizione di scansioni in regioni non affette da AK. Nei casi di infiammazione stromale, possono verificarsi falsi negativi a causa del mascheramento delle cisti di Acanthamoeba da parte delle cellule infiammatorie e dell’edema. Al contrario, possono verificarsi falsi positivi se i macrofagi vengono erroneamente identificati come cisti di Acanthamoeba.*
ParoReal® Kit Acanthamoeba T4 elimina la variabilità operatore dipendente, permette di standardizzare l’analisi e l’interpretazione dei risultati riducendo il rischio di falsi negativi e falsi positivi. E’ una metodica accessibile a tutti i laboratori, anche laddove non ci siano competenze microbiologiche specifiche necessarie all’identificazione dell’Acanthamoeba.

*Omar Shareef, Sana Shareef, and Hajirah N. Saeed (2023), New Frontiers in Acanthamoeba Keratitis Diagnosis and Management. Biology, 10.3390/biology12121489

PIù INFORMAZIONITORNA A PARASSITI: REAL TIME PCR